lunedì, dicembre 16, 2013

aiuola sinergica

A-I-U-O-L-A se avete difficoltà, come me, a mettere in fila le vocali potete chimarle bancali. Così si chiamano in agricoltura sinergica le aiuole create con la terra, sulle quali mettere a dimora le nostre piante.

bancale prima della paglia
Oggi dovevo solo posizionare il tubo per l'irrigazione a goccia nel bancale e per avere compagnia ho messo a pascolare le galline. Si prospettava una tranquilla mattina di lavoro all'orto, il sole sardo di dicembre, il cielo azzurro, il silenzio della campagna, io e le galline felici, razzolanti e sicure. Le galline sono animali innocui chiusi nel loro recinto, ma libere sono molto difficili da gestire, soprattutto se rincorse da un cane.
In un attimo il delirio, il cane strisciante che si fionda sui pennuti e questi che corrono per tutte le direzioni e io che non so a chi dare la precedenza.
Riesco ad allontare il cane e a spingere le galline dentro il pollaio, tranne una che spicca il volo e si pianta, letteralmente, sull'ulivo. Sembra morta, non si muove e forse non respira. Chi sale sull'albero a tirare giù una gallina morta?
La campagna ti insegna che ci sono che vanno fatte quando vanno fatte, non esiste rimandare a domani. Allora salgo sul tetto della casetta sotto l'ulivo con una scopa cerco di rimuovere il corpo della gallina, che vola via di nuovo. Non era morta! Dopo un nuovo inseguimento, manco fossimo nelle strade di San Francisco, riesco a chiudere la gallina nel pollaio.
Ancora oggi, ogni volta che mi avvicino al pollaio quella gallina non si accosta alla porta come le altre, ma corre dalla parte opposta.

Appena sistemata la paglia sul bancale potrò piantarci le piantine, per la settimana prossima ho in programma di seminare le fave.
Per ora dall'orto è tutto.



Privacy Policy