sabato, febbraio 01, 2014

contadini 2.0

un contadino prima di twitter

una contadina con profilo twitter
Gli agricoltori si avvicinano a twitter e ai social media. Mica si può pensare sempre a cosa seminare, dove e quando. In tanti hanno idee preconcette sugli agricoltori, alcuni pensano che siano molto lontani dalla tecnologia, che vivono isolati dalle comodità di una vita moderna.
Questi preconcetti sono ben lungi dall'essere veri, infatti gli agricoltori sono spesso desiderosi di affidarsi alla tecnologia, vedendola come un logico aiuto al progresso dell'agricoltura. Non solo, la tecnologia, rende la gestione agricola più semplice, veloce e portatile, ma alcuni allevatori, per esempio spendono un sacco di tempo a monitorare i loro animali. Ma oltre alla tecnologia gli agricoltori usano i social media.
Trovano utile i social media, perché possono lavorare insieme, e trasmettere suggerimenti e saperi, la propria esperienza su tematiche di attualità e di benessere degli animali. Ancora più importante, offre la possibilità di comunicare da un ambiente spesso isolato.
State seguendo su twitter l'hashtag #felfie? E il sito http://farmingselfie.com/
L'agricoltore britannico William Wilson ha lanciato l'iniziativa #felfie, su twitter, per dare un volto a quegli agricoltori che portano in tavola il nostro cibo. Una bella iniziativa che spazza via gli stereotipi sui contadini. Il farmer non è un anziano signore, vestito di una tutona in jeans, camicia di flanella, cappello di paglia, stivali di gomma e barba lunga. Nella gallery del sito farmingselfie mostra visi di giovani, di donne, di famiglie intere, tutti che si occupano e hanno a cuore l'agricoltura. I farmer britannici usano spesso degli hashtag per parlarsi e scambiarsi la propria esperienza agricola.
Voi cosa fate? Non vi sentite ispirati dalle foto su farmingselfie?

1 commento:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina

Privacy Policy