sabato, gennaio 04, 2014

galline felici

Uno studente islandese, che ha lavorato in un allevamento di polli, ha denunciato le condizioni di vita disastrose, in cui sono costretti gli animali. Questo problema riguarda tutti i tipi di allevamento industriale, o intensivo. 

Nel luglio 2010 in California, il Governatore firmò una legge che tutelava maggiormente il benessere di polli e galline, nonché la salute dei cittadini, mettendo al bando le uova provenienti da galline stipate in gabbia. Per essere vendute in California, a partire dal 1° gennaio 2015, le uova intere dovranno obbligatoriamente provenire da galline che siano in grado di alzarsi, fare una giravolta e farla un’altra volta, stendere completamente gli arti, sdraiarsi e spiccare il volo senza toccarsi l’un l’altra.  
E ” ‘sti cazzi” direbbe qualcuno, mica che viviamo in California, tantomeno in Islanda. Per ovviare a questo inconveniente, possiamo imparare a leggere il timbro sull’uovo stesso, oppure comprare le uova dal contadino, o prenderci delle galline noi stessi. Dunque, leggere il timbro è abbastanza semplice: sul guscio, compaiono, per esempio, 0IT 045 TO 001. La prima cifra indica il tipo di allevamento: 0 corrisponde all’allevamento biologico, 1 a quello all’aperto, 2 a terra, 3 in batteria. IT indica la nazione, in questo caso Italia.
Un saluto dalle mie ragazze!

Privacy Policy